Seleziona una pagina

Siete convinti che gli hashtag siano il segreto per accrescere fan e follower sulle vostre pagine e profili social? Siete utilizzatori di hashtag senza remore e più ne trovate più ne inserireste? Fate bene: come abbiamo visto in precedenza, l’utilizzo mirato degli hashtag può essere un ottimo modo di crescere la propria presenza sui social media. Tuttavia, questo non vale su tutti i social media: su Instagram questo strumento viene usato in maniera decisamente diversa rispetto ad altre piattaforme come Facebook o Twitter. In particolare oggi ci concentriamo sulla differenza nell’utilizzo degli hashtag su Instagram e Facebook.

Un po’ di storia dell’hashtag

Iniziamo dando qualche cenno storico sulsimbolo dell’hashtag: quello che oggi è uno degli strumenti più famosi del web e dei social media, un tempo era un simbolo poco usato e conosciuto. L’hashtag nel senso in cui lo conosciamo noi ha origini che affondano nel passato dei social media, praticamente la loro preistoria: il primo utilizzo di hashtag, infatti, risale al 2007 quando questo sistema di catalogazione delle conversazioni viene introdotto sul web dalla piattaforma social Twitter.

Sin dai suoi inizi, l’hashtag ha riscosso un discreto successo: a partire da subito, i post catalogati con almeno un hashtag dimostrarono di ricevere circa due volte l’engagement dei post che non ne contenevano alcuno. Il trend dell’utilizzo dell’hashtag è sempre stato in seguito in continua ascesa: dopo Twitter, piattaforma sulla quale negli anni questo metodo di catalogazione si sviluppò, altri furono i social media che decisero di adottare questo sistema.

Con questo si arriva quindi ai giorni nostri, dove uno dei social media più potenti e utilizzati al mondo – Instagram – deve gran parte del suo successo proprio all’utilizzo di hashtag. Se vuoi approfondire l’argomento hashtag su Instagram non perdere questo articolo che abbiamo scritto sugli hashtag più utilizzati e più famosi.

Hashtag su Instagram e hashtag su Facebook

Oltre all’enorme successo degli hashtag su Instagram, questo piccolo simbolo ha visto l’introduzione e successive sorti alterne anche sulle altre piattaforme social. Tra queste anche Facebook: il social network blu, infatti, che non perde neppure un’opportunità di sviluppo della propria community e per questo sperimenta tutti i sistemi disponibili per ampliare i propri meccanismi, non poteva lasciarsi scappare l’opportunità dell’hashtag.

Tuttavia non sempre quel che funziona su un canale funziona anche su tutti gli altri, e su Facebook infatti l’hashtag non ha mai preso piede.

L’uso dell’hashtag su Instagram

Come abbiamo già detto in precedenza, l’utilizzo degli hashtag su Instagram è parte integrante del funzionamento e probabilmente una delle chiavi dell’intero successo di questa piattaforma: moltissimi sono gli hashtag famosi utilizzati sui social media, che basa tutto il proprio feed e il sistema di like proprio sulla catalogazione di contenuti per argomento.

Ogni contenuto pubblicato su Instagram viene infatti corredato da specifici hashtag che ne indicano il contenuto alla community, rendendo così i post, i video e le Stories facilmente ricercabili e in perenne condivisione tra utenti. Possiamo dire che senza gli hashtag Instagram non sarebbe certamente il canale di alto engagement ed efficacia che tutti conosciamo e utilizziamo.

L’uso dell’hashtag su Facebook

Contrariamente alla situazione vista per Instagram, l’introduzione degli hashtag su Facebook sin dal primo momento non ha avuto successo, complici anche la diversa impostazione del feed, della correlazione tra profili e della privacy. Questo è dovuto principalmente al sistema stesso di funzionamento della community di Facebook: il fatto che la stragrande maggioranza dei contenuti postati all’interno di profili privati degli utenti siano visibili soltanto ad amici e contatti non rende l’utilizzo di hashtag e la catalogazione dei contenuti secondo questo sistema applicabile, né tantomeno vincente.

Hashtag su Facebook: sì o no?

Ma quindi utilizzare gli hashtag su Facebook ha senso? Qual è il consiglio degli esperti di social media su questo argomento?

Generalmente sia che si tratti di una pagina business sia che si tratti di un gruppo o ancor di più nel caso di un profilo privato, gli esperti non consigliano né sconsigliano l’utilizzo di hashtag nei propri post. Semplicemente il metodo ha poco senso perché praticamente inutilizzato.

Concludendo: gli hashtag, parte integrante della comunicazione su Instagram, su Facebook possono tranquillamente venire ignorati. Non sono sconsigliati, semplicemente hanno utilità quasi nulla.

Vorresti aumentare le tue interazioni di Facebook e hai appena scoperto che gli hashtag non sono la maniera migliore per farlo? Abbiamo noi il metodo che fa per te! Scopri i servizi dedicati alle pagine Facebook di Unica Web Studio: tanti strumenti per aumentare i like, i fan delle pagine Facebook e le interazioni al tuo servizio, in maniera facile, veloce e a un prezzo sempre conveniente!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi