Logo Unica Web Studio

Come guadagnare con Spotify?

Guadagnare con Spotify

Spotify è una piattaforma di streaming musicale tra le più famose del mondo. Tra le varie possibilità di utilizzo di Spotify non possiamo dimenticare la modalità per artisti. Se sei un aspirante cantante o musicista saprai benissimo che questa piattaforma potrebbe essere l’alleata perfetta per farsi notare nel panorama musicale e per monetizzare grazie ai tuoi contenuti.

Ma per sapere come guadagnare su Spotify è necessario sapere perfettamente cosa fare e con quali metodi riuscire ad ottenere denaro. Si può ottenere denaro dalle playlist oppure con i podcast e, ovviamente, tramite i plays Spotify. Con questa guida approfondiremo quindi tutte le modalità per monetizzare tramite la piattaforma di streaming musicale. Siete pronti?

Trarre profitto dai plays di Spotify

La prima cosa da chiarire è che sì, si può guadagnare da Spotify. Gli artisti più famosi riescono a ottenere anche milioni e milioni di euro al mese solo grazie agli streaming e ai diritti pagati loro dalla piattaforma. Certo è che non tutti siamo Drake o Madonna e per questo guadagnare con i plays Spotify non è così immediato. La canzone deve piacere, i fan devono ascoltarla tantissime volte al giorno per far sì che possa portarti un introito economico degno di nota!

Aumentare i plays di una canzone per monetizzare di più  

Per aumentare il numero di plays e di conseguenza monetizzare di più, l’artista ha due strade da percorrere. O comprare dei plays Spotify da piattaforme affidabili come Unica Web Studio, oppure investire nella pubblicizzazione del proprio brano.

In quest’ultimo caso potrete scegliere tra diversi formati:

  • Audio: un annuncio solo da ascoltare che si riproduce tra le varie canzoni. Viene anche inserita una immagine statica con un link interno che, cliccando, rimanda l’utente alla pagina di destinazione.
  • Video: puoi scegliere tra lo spot che apre come un pop-up una finestra durante le pause pubblicitarie, oppure la sessione sponsorizzata di 30 minuti di musica senza interruzioni se si guarda il filmato.
  • 3D: è una  tipologia di ADS professionale che attira l’attenzione dell’utente che sente Spotify in cuffia perché regala un effetto unico, ma per realizzare audio di questo tipo servono competenze specifiche molto elevate.
  • Annunci: i classici banner che compaiono sul portale o che compaiono, senza interrompere la riproduzione musicale, mentre si ascolta la musica

Attenzione però: fare pubblicità su Spotify per poi guadagnare di più non è economico. Più o meno si parla di circa 40 euro per 1000 impressions, cosa che su altri canali social invece è molto meno dispendioso.

Creare playlist e guadagnare, è possibile?

Per quanto riguarda invece la possibilità di guadagnare denaro con le playlist di Spotify, qui ci addentriamo in un terreno un po’ scivoloso. La possibilità di fare soldi in questo modo oggettivamente esiste: serve creare una playlist di canzoni che dia valore e che sia in qualche modo interessante per gli artisti che ne sono entrati a far parte, avere un account Premium attivo e ottenere un numero di ascolti molto elevato.

Guadagnare con i podcast su Spotify

Discorso simile per i podcast: anche in questo caso per ottenere denaro grazie ai podcast Spotify serve che il numero di ascolti sia molto elevato. Bisogna però fare attenzione perché dopo essere stata vittima di qualche truffa, la società è diventata molto più attenta sia alla provenienza dei contenuti, sia alla provenienza dei plays che devono essere, ovviamente, reali e provenienti da utenti verificati. 

Quanto fa guadagnare Spotify?

Sappiamo che Spotify paga circa il 70% dei suoi guadagni in diritti alle case discografiche (fonte Wired). Sembra tanto, ma tradotto più o meno equivale a 5 centesimi ogni ascolto circa. È evidente quindi che chi monetizza di più con Spotify sono gli artisti più famosi e conosciuti che hanno un numero di streaming giornaliero veramente elevato. Non sono mancate infatti le polemiche da parte di alcuni aspiranti cantanti e musicisti nei confronti della piattaforma musicale, tacciata proprio di incentivare solo ed unicamente la crescita e il guadagno di chi, in realtà, non ne ha così bisogno perché già famoso e conosciuto.

Adesso non ti resta che provare

Guadagnare su Spotify è possibile quindi. Bisogna certamente produrre e proporre della musica di qualità e delle canzoni che siano veramente interessanti. Ma soprattutto bisogna avere pazienza perché i risultati non arriveranno certo da un momento all’altro!

Condividi

Categorie Blog

Articoli recenti

Cos’è TikTok e come funziona?

Da app di nicchia, usata solo dai giovanissimi, oggi alla domanda cos’è TikTok possiamo rispondere tranquillamente che è uno dei social più popolari al mondo.

Serve aiuto rapido?
Contattaci su
dal lunedì al sabato
dalle 9 alle 19