Logo Unica Web Studio

Pubblicità su Facebook e Instagram: quali differenze?

Quali sono le differenze tra la pubblicità di Facebook e Instagram

Se hai un sito, un e-commerce o semplicemente vuoi farti conoscere con il tuo profilo personale, probabilmente ti sarai accorto che solo dei bei contenuti non bastano. Certo, creare post, foto e video interessanti sono la base per farsi notare su Facebook e Instagram, ma il modo migliore per far spiccare il volo al vostro account è uno: la pubblicità. Oggi però vedremo insieme qual è la differenza tra Facebook e Instagram in termini di costo per le ads e di funzionamento delle sponsorizzate. Il tutto però ricordandosi bene che le due piattaforme sono oramai gestite e di proprietà di Zuckerberg!

Pubblicità Facebook e Instagram: come si fa?

Tanto per iniziare occorre sapere che gli annunci a pagamento su Facebook e Instagram vengono creati e gestiti sia tramite le app per gli smartphone, sia tramite pc. In questo caso è evidente che per fare un lavoro professionale settare le campagne ADS da pc è meglio. Grazie al Business Manager infatti avrai una larga varietà di formati e modalità per mettere in evidenza i tuoi contenuti su entrambe le piattaforme, anche in contemporanea, personalizzando ogni annuncio e scegliendo il format pubblicitario per Facebook e Instagram che meglio si adatta a quell’inserzione. Avere un solo luogo per entrambe le piattaforme è davvero comodo, tanto più che i risultati sono scaricabili e quindi facili da comparare.

Format delle pubblicità su Facebook e Instagram

Differenze e similitudini tra le due piattaforme quando si parla di pubblicità a pagamento possono essere trovate anche nei format; entrambi i colossi social utilizzano quattro formati pubblicitari principali:

  • Single media: ossia un’immagine, un video o una galleria di immagini;
  • Post esistente: ovvero la promozione di un contenuto pubblicato sul proprio profilo/pagina;
  • Carousel: un formato che permette di promuovere più contenuti consultabili;
  • Video: ossia Facebook o Instagram video in evidenza.

Tuttavia, su Instagram la possibilità di inserire testo è limitata. Inoltre, a parità di format, quel che dovrà cambiare è senza dubbio il tipo di contenuto: se decidi di promuoverti su Instagram, dovrai assolutamente dare la precedenza a contenuti esteticamente accattivanti e impeccabili.

Costo pubblicità su Instagram e Facebook

Ma ora entriamo nel vivo per rispondere alla domanda che preme di più quando si parla di pubblicità a pagamento: quanto costa fare pubblicità su Facebook e Instagram? Quali sono le differenze e qual è la piattaforma più conveniente sulla quale attivare pubblicità a pagamento?

Da un lato abbiamo i dati di costo degli annunci, dall’altro gli obiettivi di target e contenuto. Bisogna quindi controllare il CPC (costo per clic) e il CPM (costo per mille impressions) una volta che si è settata la campagna. Ma non solo: bisogna sempre ricordare che il successo di una campagna viene calcolato non in base al costo, ma al raggiungimento dell’obiettivo o degli obiettivi per i quali si era deciso di impostarla. Per fare un esempio: spendere meno su Facebook a livello di costo della campagna, ma non riuscire a raggiungere il proprio target perché rappresentato soprattutto su Instagram non è una buona strategia.

Come trovare il pubblico giusto per ottimizzare i costi della pubblicità sui social

Due differenze sostanziali tra Facebook e Instagram quando si parla di pubblicità stanno nella tipologia di pubblico e nella precisione con la quale possiamo raggiungerlo. Su Facebook sono presenti rappresentanti di tutte le categorie e fasce sociali; Instagram invece ha un pubblico decisamente più giovane. Per questo al momento di scegliere la piattaforma sulla quale investire in pubblicità è bene valutare la tipologia di prodotto o servizio che si vuole promuovere e comprendere quale sia il target demografico più adatto.

Parlando di target, altra differenza è proprio quella della targettizzazione degli annunci: grazie alla natura variegata e ricca di informazioni del suo pubblico, Facebook permette una personalizzazione del target per i propri annunci davvero precisa. Instagram offre una buona targettizzazione, ma non ai livelli del colosso blu. Quindi se l’obiettivo della nostra campagna pubblicitaria è quello di raggiungere una nicchia molto precisa e ristretta, Facebook sarà la scelta giusta.

Servizi per far crescere Instagram e Facebook

Ora che abbiamo visto alcune differenze e similitudini tra le pubblicità a pagamento su Instagram e Facebook, ci sentiamo di consigliarvi la via più facile, veloce e conveniente per raggiungere più utenti sulle piattaforme: che si tratti di aumentare i follower italiani su Instagram o fare crescere i fan della tua pagina su Facebook, non dimenticare di dare un’occhiata all’offerta firmata Unica Web Studio!

Condividi

Categorie Blog

Articoli recenti

Cos’è TikTok e come funziona?

Da app di nicchia, usata solo dai giovanissimi, oggi alla domanda cos’è TikTok possiamo rispondere tranquillamente che è uno dei social più popolari al mondo.

Serve aiuto rapido?
Contattaci su
dal lunedì al sabato
dalle 9 alle 19